BIO

0 Flares 0 Flares ×

La Ballata dei Lenna è un collettivo di ricerca teatrale fondato da Nicola Di Chio, Paola Di Mitri, e Miriam Fieno che nasce nel 2012 alla Civica Accademia d’Arte Drammatica “Nico Pepe” di Udine, dove i tre attori si formano e si diplomano.
Il lavoro di compagnia si concentra sullo studio delle relazioni tra la collettività e il suo quotidiano, nel tentativo di mettere in evidenza i punti di attrito dell’immaginario contemporaneo.
L’idea del teatro come una rappresentazione collettiva porta la compagnia alla ricerca e all’uso di una varietà di linguaggi, che vanno dalla centralità dell’attore alla sua scomposizione, dalla parola al movimento, dal suono all’immagine. I tre artisti fondano il loro lavoro in una prospettiva che comprende l’arte dell’autore, il mestiere di interprete e il ruolo di direttore della scena.


Nel 2017 producono “HUMAN ANIMAL”
con il sostegno di Hangar Creatività, Zona K Milano, Factory Compagnia Transadriatica, Principio Attivo Teatro
in collaborazione con festival delle Colline Torinesi e Scuola Holden
produzione esecutiva ACTI Teatri Indipendenti
vincitore Hangar Creatività 2016
vincitore Funder35 2016
Nel 2016 producono “IL PARADISO DEGLI IDIOTI”
con il sostegno di Kilowatt Festival e Teatro Kismet OperA-Teatri di Bari
produzione esecutiva ACTI Teatri Indipendenti
finalista Premio Scenario 2015
Nel 2014 producono “REALITalY”
selezione Festival Internazionale Castel dei Mondi 2014
Nel 2013 producono “CANTARE ALL’AMORE”
collaborazione alla drammaturgia Michele Santeramo
coproduzione “Teatro Bottega degli Apocrifi”
produzione esecutiva ACTI Teatri Indipendenti
vincitore Bando “Next” ed. 2015
vincitore In-Box 2014
finalista Playfestival 2014 Teatro Atir Ringhiera (Milano)
vincitore E45 Napoli Fringe Festival 2013
selezione Festival Internazionale Castel dei Mondi 2013
Nel 2012 producono “LA PROTESTA una fiaba italiana”
collaborazione alla drammaturgia Michele Santeramo
coproduzione “Teatri Abitati” residenze Teatrali Regione Puglia/
Altra Scena una rete del contemporaneo
finalista Rassegna ARGOToff 2013 Teatro Argot (Roma)
primo premio Festival Anteprima89 ed.2012 Antidoti (Milano)
menzione speciale al Premio Scintille 2011 – Festival Asti 33

Alla base della poetica della compagnia, oltre la produzione di spettacoli, c’è la collaborazione con altre compagnie del territorio nazionale, l’attività di formazione, organizzazione di festival e percorsi laboratoriali.
Nel gennaio 2017 sono vincitori del bando FUNDER35 promosso da 18 fondazioni associate ad ACRI e del bando Hangar Creatività promosso da Regione Piemonte, Fondazione Teatro Stabile di Torino, Fondazione Piemonte dal Vivo, Fondazione TPE, Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani, GAM, Torino Film Commission.
Nel marzo 2013 sono vincitori del Bando Principi Attivi 2012 – Giovani idee per una Puglia migliore con “Nella gioia e nel dolore: Porto Ricco Sud” progetto annuale di ricerca e formazione nel quartiere Madonnella di Bari che ha visto la realizzazione di un festival teatrale.
Nel dicembre 2012 la compagnia organizza il primo festival teatrale urbano in vetrina, con cui mette in scena diversi corti teatrali nelle vetrine dei negozi della città di Alessandria, progetto finanziato dalla Regione Piemonte e Fondazione Cassa di Risparmio Alessandria.
A settembre 2012 vincono il Bando Giovani 2012 con cui realizzano il progetto “La vita è scema” in collaborazione con la Comunità di San Benedetto al Porto di Don Gallo, per la messa in scena di “ROMEO E GIULIETTA” che ha visto attori gli utenti della Comunità e registi i tre membri della compagnia, progetto finanziato da Presidenza Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù, Regione Piemonte e Provincia di Alessandria.
Nel 2012 nasce “Ballata in tour/ La protesta” progetto finanziato da “Teatri abitati” Regione Puglia e Regione Piemonte, un giro di laboratori teatrali tenuti dagli attori della compagnia in diverse realtà del territorio italiano, allo scopo di ottenere dalla gente di estrazione più disparata un punto di vista sulla loro personale protesta, a partire dalle suggestioni derivate da quel percorso ne è nata una drammaturgia che è diventata poi lo spettacolo “LA PROTESTA-una fiaba italiana”.